L’alchimia del verso

Percorso di Scrittura Poetica

La poesia è un’istanza originaria di pensiero antecedente ogni classificazione.

Da questo punto di vista modelli e schemi formali, sia pure accreditati dalla tradizione, diventano secondari rispetto al dato primario di un’esperienza che sorge e si sviluppa essenzialmente come processo. Ciò non significa che non vi sia il bisogno, volta per volta, di definire il procedimento destinato al raggiungimento del risultato; ma le regole scaturiscono piuttosto dal materiale prescelto e dal modo con cui esso tende a stabilire delle combinazioni. Per questo, ogni poesia riuscita è sempre  un qualcosa di unico e di sorprendentemente inedito.

In questo senso è possibile parlare – sulla scorta di Rimbaud – di “alchimia del verso”. Principi classici dell’alchimia come condensazione, rarefazione, precipitazione, soluzione eccetera, si prestano particolarmente al tipo di operazione che porta alla composizione poetica, il cui scopo, più che semplicemente finalizzato a una forma, appare quello di liberare dalle gabbie della comunicazione discorsiva la polisemia sottesa alle parole, diventando con ciò veicolo di una modalità partecipativa di essere e di porsi anche reciprocamente in ascolto. D’altronde è sempre aperta la possibilità che il processo diventi esso stesso motivo di condivisione, come del resto già avviene quando la poesia viene riprodotta in pubblico, cioè recitata: approccio tutto sommato da sperimentare, superando almeno in parte l’isolamento autoreferenziale in cui la poesia e il poeta (nonostante possa rendersi conto che si tratta di una condizione illusoria) sono relegati in un mondo semplicemente inconsapevole delle idee e degli archetipi che continuamente produce e comunica.

Più che limitarsi a una semplice trasmissione di conoscenze acquisite, il percorso intende far leva su questo versante esplorativo, privilegiando dunque forme dialogiche di interazione finalizzate a alimentare un clima di medium partecipativo e di gruppo attraverso la discussione incrociata sui testi (in particolare auto-prodotti) e il lavoro di esercitazione, possibilmente anche come verifica delle capacità di improvvisazione.

L’impostazione “full immersion” non presuppone distinzioni di livello propedeutico o avanzato: il percorso è conseguentemente aperto a tutti, rivolgendosi agli appassionati di poesia, ai poeti più o meno giovani che vogliono potenziare i propri mezzi espressivi o agli insegnanti che cercano metodi e approcci nuovi per la loro attività didattica nelle scuole.

Il curatore – Giovanni Schiavo- Campo:

www.ausapoesia.blogspot.com

8 incontri dall’8 novembre

giovedì, ore 17.30 – 19.30

Casa Berva, Cassano d’Adda

partecipanti min. 10 – max. 15

costo: 80 euro

Annunci

~ di arcispazioaperto su settembre 29, 2012.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: